L’arte dell’Ascolto Attivo: la soft skill che ogni professionista deve possedere

Dicembre 20, 2023
Nell’era digitale in cui siamo immersi, le competenze tecniche e le conoscenze specifiche sono importanti, ma non sono più sufficienti per distinguersi nel mondo del lavoro. Le soft skill, competenze personali e sociali, stanno diventando sempre più rilevanti nel determinare il successo di un professionista. Tra queste, l’ascolto attivo è una delle più preziose e fondamentali per le relazioni interpersonali e per lo sviluppo di un ambiente lavorativo produttivo e positivo.

Cos’è l’Ascolto Attivo?

L’ascolto attivo è molto più di un semplice udire le parole di un interlocutore. È un processo consapevole e intenzionale che consiste nel mettersi a disposizione dell’altra persona, cercando di capire profondamente ciò che essa sta comunicando. L’obiettivo principale dell’ascolto attivo è comprendere le emozioni, le preoccupazioni e le idee dell’altro, fornendo un ambiente sicuro in cui la comunicazione aperta e genuina può avvenire.

Quali sono i benefici dell’Ascolto Attivo sul lavoro?

  1. Migliora la comunicazione: ascoltare attivamente promuove un dialogo efficace e costruttivo tra colleghi, clienti e supervisori. Riduce le incomprensioni e gli errori dovuti a una comunicazione inefficace.
  2. Costruisce relazioni solide: l’ascolto attivo dimostra rispetto e considerazione per gli altri, creando un clima di fiducia reciproca e rispetto sul posto di lavoro.
  3. Risolve i conflitti: attraverso l’ascolto attivo, si possono affrontare e risolvere i conflitti in modo pacifico, arrivando a soluzioni che tengano conto dei bisogni di tutte le parti coinvolte.
  4. Favorisce l’innovazione: ascoltare le idee degli altri, anche se diverse dalle nostre, apre la strada a nuove prospettive e stimola l’innovazione nel team.
  5. Incrementa l’efficienza: un ascolto accurato riduce la necessità di dover ripetere le informazioni, risparmiando tempo e migliorando l’efficienza.

Come sviluppare l’ascolto attivo?

  1. Resta concentrato: rimani presente durante le conversazioni, evita distrazioni e concentra la tua attenzione sull’interlocutore.
  2. Fai domande: chiedi chiarimenti e approfondimenti per dimostrare interesse genuino nel comprendere ciò che viene comunicato.
  3. Non interrompere: lascia che la persona completi il suo pensiero prima di rispondere o intervenire.
  4. Usa il linguaggio del corpo: mostra segnali non verbali che indicano il tuo coinvolgimento, come il contatto visivo e l’inclinazione del corpo.
  5. Empatizza: cerca di metterti nei panni dell’altro e di comprendere le sue emozioni e prospettive.

L’ascolto attivo è una soft skill potente e preziosa, capace di migliorare notevolmente le relazioni interpersonali e l’efficienza lavorativa. Investire nel suo sviluppo non solo renderà i professionisti più efficaci nel loro lavoro, ma creerà anche un ambiente di lavoro più armonioso e soddisfacente per tutti. Promuovendo l’ascolto attivo all’interno dell’azienda, si costruisce una cultura aziendale basata sulla fiducia, la collaborazione e l’innovazione.

 

Serious Game consigliato:
SHAKA

Shaka è un serious game creato per appendere, allenare e migliorare le loro capacità di ascolto attivo e la capacità di comunicare con gli altri, sia a livello professionale che personale. Grazie a questo serious game l’utente può:

  • imparare i vari passaggi per potenziare il proprio ascolto attivo
  • come focalizzare l’attenzione attraverso semplici azioni
  • Applicare gli strumenti per capire meglio con chi sta parlando e mostrare la sua disponibilità ad ascoltare
  • Identificare gli errori di ascolto in varie situazioni
  • Praticare buone abitudini di ascolto attivo nelle situazioni sfidanti